Prof. Pietro MORTINI

La neurochirurgia endoscopica navigata è una procedura mini-invasiva basata su un moderno sistema di imaging che permette al chirurgo la rimozione di tumori attraverso una minima incisione e con un rischio molto ridotto per il paziente. Una cannula rigida e molto sottile, chiamato endoscopio, che ha al suo interno un microscopio, una luce e una microtelecamera, viene inserito attraverso il naso del paziente permettendo al chirurgo di vedere la procedura su un monitor mentre, con una strumentazione dedicata, rimuove il tumore.

Questa tipologia di endoscopi offre al chirurgo grande maneggevolezza e precisione e permettono di raggiungere l’ipofisi e il tumore con un minor danno per i tessuti circostanti.